loading... loading...
Non Esiste frescure salutare, come quella dei petali di una rosa...

Rose Barni

dal 1882 Rose d'Autore

La Rosa è da sempre sinonimo di fascino e bellezza, eleganza ed opulenza: da cinque generazioni ci impegniamo a mantenere alto il valore di questa pianta ornamentale, da una parte promuovendo la diffusione di ibridi sempre più nuovi e particolari, dall’altra rispettando un elevato livello qualitativo di produzione.
La soddisfazione del servizio, l’approvazione dei prodotti e la gioia dei Clienti nel vedere fiorire le nostre rose sono per noi motivo di orgoglio e stimolo a fare sempre di meglio.
Entrate nel nostro e-shop per scoprire subito tutta la gamma dei nostri prodotti.

Libro Rose barni

Sublime Rosa è un prezioso libro che ogni appassionato di rose dovrebbe avere in casa.
Il libro è composto da 160 pagine, con oltre 160 illustrazioni, racchiuso in un formato di 23,5x27cm. Cosa sono le rose, come nascono, come si coltivano, da dove vengono e tantissime altre curiosità!

Vittorio Barni ha realizzato la trasformazione della vecchia ditta vivaistica in produttrice esclusiva di Rose, facendole raggiungere una fama internazionale. Forte di un’esperienza più che cinquantennale, ci rivela i suoi rapporti con la Rosa, visti dalla parte delle spine.

Carlo Medici è autore della quasi totalità delle bellissime fotografie inserite nel libro ed è responsabile della parte storica sulla Rosa.

ACQUISTA IL LIBRO NEL NOSTRO E-SHOP

Consigli utili

sul trapianto di rose

  Operazioni preliminari al trapianto
  Trapianto di rosai a cespuglio o di rampicanti a radici nude
  Trapianto di alberetti
  Trapianto di rosai rampicanti in vaso

Trapianto di rosai (cespugli o rampicanti) a radici nude



1) Togliete i rosai dai sacchetti ed accorciate i rami più robusti lasciando loro circa 4-5 gemme (20-25 cm di lunghezza). Nei trapianti effettuati a primavera inoltrata, potate i rami ancora più corti a circa 15-20 cm di altezza per meglio proteggerli con terra ammucchiata sugli stessi.
2) Spuntate leggermente le radici asportando quelle rotte o danneggiate.
3) Ponete la pianta con le radici ben distese nella buca, sorreggendola verticalmente in modo che il punto di partenza dei rami venga a trovarsi 2 o 3 cm sotto il livello del terreno.
4) Iniziate a coprire le radici con la terra, premendola bene con i piedi o con un trapiantatoio.
5) Dopo il trapianto, annaffiate abbondantemente con 2-3 litri di acqua a pianta, affinchè la terra aderisca bene alle radici.
6) Nei trapianti autunnali non occorrono ulteriori annaffiature fino alla primavera, salvo casi eccezionali di siccità: è sufficiente, infatti, la terra ammucchiata sui rami a proteggere le piante dall'eccessiva evaporazione causata dal vento o dal sole. Nei trapianti primaverili mantenete moderatamente umida la terra ammucchiata a protezione dei rami.

A trapianto ultimato, fate asciugare il terreno per qualche ora ed ammucchiate della terra sui rami dei rosai fino a coprirli quasi completamente. Questa operazione, fondamentale per un buon attecchimento, deve essere messa in atto sia sui trapianti autunnali che su quelli primaverili, come pure sui rosai messi a dimora in vasi, cassette o contenitori. Dopo il periodo dei forti geli o quando le piante inizieranno a vegetare, la protezione potrà essere rimossa pareggiando la terra.

NOTA BENE: Se i rosai tardano a vegetare e la loro scorza presenta una rugosità, casi che si possono verificare quando il tempo si mantenga secco o vi siano venti persistenti, potate i rami dei cespugli a 10 cm dal livello del terreno e poi ricopriteli con terra ammucchiata mantenuta fresca. Questo accorgimento permette il recupero di gran parte delle piante in sofferenza, che sviluppano in genere nuove vegetazioni dalle gemme poste alla base dei rami.

Trapianto di alberetti a radici nude


Scavate una buca in modo che le radici possano essere ben distese.

Posizionate l'alberetto così che l'apparato radicale venga a trovarsi a circa 15-20 cm di profondità.

Occorre posizionare un palo di sostegno, perchè il vento non possa sbattere la pianta, sottoponendola a forti oscillazioni.

Comprimete la terra intorno alle radici e riempite la buca fino al livello del terreno.

Annaffiate copiosamente per far aderire la terra alle radici.
In seguito, fintanto che le piante non riprenderanno a vegetare, ripetete le annaffiature solo in caso di prolungata siccità.

In giornate particolarmente ventose, è utile una spruzzatura di acqua sui rami e sul fusto.

Trapianto di rampicanti in vaso


Togliete delicatamente la pianta dal vaso senza rompere la zolla e posizionatela in modo che venga a trovarsi almeno 4-5 cm sotto il livello del terreno.

Riempite la buca comprimendo leggermente la terra intorno alla zolla.

Annaffiate copiosamente e ripetutamente per inumidire bene la terra. Finchè le piante non ricominceranno a vegetare, ripetete le annaffiature solo in caso di prolungata siccità.

In giornate particolarmente ventose, può essere utile una spruzzatura di acqua sui rami.

Newsletter

per essere aggiornati

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Ai sensi D.Lgs. 196/2003, il sottoscritto dichiara di essere a conoscenza dei propri diritti garantiti dalla legislazione in vigore, ed acconsente espressamente alla acquisizione ed al trattamento dei dati personali da parte del responsabile del trattamento presso la Società Soc. Agr. Rose Barni per le finalità di cui alla presente comunicazione.